Dimagrire mangiando

Pubblicato il

Dimagrire mangiando

Dimagrire mangiando, come mangiare per dimagrire. A cura di Simona Vignali Naturopata Life-style Coach

Dimagrire mangiando, in prima battuta, può sembrare un ossimoro, cioè due termini di senso contrario, follia lucida. Se è folle, come può essere lucido? Eppure, mangiare per dimagrire significa che è possibile perdere peso senza rinunce difficili da sostenere, mangiando gli alimenti a cui siamo abituati, seguendo alcuni accorgimenti tecnici. Il dimagrimento si può ottenere conoscendo meglio gli alimenti che ci piacciono, con un po' di elasticità mentale, e modificando qualche abitudine non salutare. Segui gli articoli di Simona Vignali.

Come dimagrire mangiando?

Dimagrire mangiando è il contrario di ciò che si pensa di solito, cioè che per dimagrire esista solo la strada della rinuncia e della privazione. Questo è, comunque, scientificamente non accettabile. Come si è ingrassati consumando gli alimenti in modo scorretto, mangiandoli negli orari sbagliati o nella quantità non adatta al nostro metabolismo, oppure abbinandoli tra di loro senza tenere conto della somma di certi componenti in essi contenuti, si deve dimagrire continuando ad alimentarci, senza rinunciare al piacere consolatorio del cibo.

Dimagrire mangiando non prevede, ad esempio, che la colazione sparisca. Riflettiamo insieme: la notte, dal punto di vista metabolico, è un lungo periodo di digiuno, dal quale usciamo per rientrare nella vita attiva. Anche il semplice buon senso ci dice che non si può affrontare una mattina di lavoro con la pancia vuota. “Sacco vuoto non sta in piedi”, afferma un antico proverbio contadino. E io sono molto d’accordo con questa definizione.

Dimagrire mangiando, per esempio, vuol dire che una serie di piccoli rifornimenti durante la giornata possono essere più gestibili, rispetto a pochi momenti in cui ci si rimpinza di troppe cose nello stesso momento. 

Dimagrire mangiando, per me Naturopata, significa studiare insieme alla persona che mi chiede consulenza, quali siano i suo bisogni in termini di energia durante la giornata, le sue problematiche, anche quelle non legate al cibo, e trovare la giusta soluzione che permetta di ottenere di dimagrire mangiando e stare meglio in salute.

CONTATTAMI ORA: Vuoi iniziare subito a dimagrire senza dieta con il mio programma dedicato? >

Perché mangiare per dimagrire funziona?

Dimagrire mangiando è possibile solo se ci si pone l’obiettivo di migliorare il proprio stato di salute. Siete stupiti leggendo questa frase?

Lo capisco, ma per la visione della Naturopatia, che pratico da oltre 30 anni, al centro di qualsiasi problema deve esserci sempre la persona e il suo stato di salute.

Ogni persona è unica e irripetibile. Ogni persona possiede un bagaglio di esperienza di vita che va considerato prima di compiere qualunque azione.

Certo si può anche affrontare una nuova dieta dall’oggi al domani, lo fanno in tantissimi. Leggono una rivista, un libro che ha catturato la loro attenzione, un video su youtube intrigante e pieno di promesse e, all’improvviso, modificano le loro abitudini alimentari.

Ecco questo è quello che io ho sempre evitato di fare.

Dimagrire mangiando è l’ultimo anello di una riflessione su cosa ha portato una persona ad avere necessità di normalizzare il suo peso.

Dimagrire mangiando è l’atto finale, non deve essere quello da cui si parte.

Purtroppo si rivolgono a me diverse persone che hanno fatto così, sono partite in quarta, piene di entusiasmo e voglia di fare, casomai all’inizio hanno pure perso qualche chiletto, poi la struttura profonda del metabolismo ha iniziato a reagire ponendo altre domande (...con qualche sintomo nuovo) e chiedendo che venissero risolti i problemi di base che avevano determinato lo squilibrio ponderale, cioè l’ingrassamento.

La storia di Maria...

Mi viene in mente MARIA, una signora di bell’aspetto, le sue forme tondeggianti non riuscivano a nascondere una struttura di base più esile e molto femminile. Una di quelle donne che ti fanno subito pensare: “...da giovane deve essere stata bellissima!

Vuoi i pensieri, lo stress nel lavoro, i problemi col marito e i figli, il rallentamento metabolico dovuto alla perimenopausa e alcuni problemi squisitamente femminili, a un certo punto si era ritrovata qualche chiletto di troppo, che col tempo erano diventati sempre di più.

Maria era una donna intelligente e capace, intraprendente e perciò aveva messo insieme tutte le informazioni possibili sul problema del peso delle donne che vanno verso la maturità.

Mi ha fatto leggere i suoi appunti... era stata bravissima a trovate le informazioni più giuste e corrette che si leggono in giro. Si era messa di buzzo buono ad applicare le sue letture, quasi stesse gestendo le pratiche dell'ufficio che dirigeva.

All’inizio sembrava andare meglio, mi diceva... si sentiva più lucida e reattiva, la diuresi era migliorata, e la bilancia cominciava a segnare ogni giorno qualcosa in meno.

Fino al giorno in cui, senza alcun motivo apparente, ha iniziato a gonfiarsi, qualsiasi cosa mangiasse. L’intestino si era bloccato, la pancia sempre più gonfia, la notte soffriva della sindrome delle “gambe nervose” che non la facevano riposare a sufficenza.

Sono tante le donne che nella loro vita incontrano questo fenomeno fastidioso. Le gambe, quando cerchi di addormentarti, incominciano a produrre delle “scosse”, dei tremiti, non riesci a farle stare ferme, come fuori controllo.

Questi sintomi sono peggiorati e Maria non sapeva cosa stesse succedendo. Le sembrava di non avere fatto nulla di male o di drastico. Metteva in pratica le cose più salutari che conosceva.

Per sua fortuna Maria aveva un’amica che mi seguiva sul canale di Youtube e aveva fato una consulenza con me... le ha suggerito di contattarmi per chiedere informazioni, senza impegno, come faccio sempre con “gli amici degli amici” e ho iniziato a cercare di capire cosa fosse successo.

Ovviamente non posso raccontare i particolari privati di Maria, posso però dire che dopo un paio di incontri siamo riuscite a trovare l’inghippo in un problema ormonale nascosto, senza sintomi.

Siamo ripartite sempre dalla scelta degli alimenti, bilanciandola in base alle nuove notizie, inserendo qualche integratore specializzato.

Dopo 3 mesi avevo di fronte una Maria “nuova”. 

Aveva perso il gonfiore dovuto alla ritenzione idrica ormonale, si stava tonificando, per fortuna le piaceva fare ginnastica e le ho proposto un programma speciale per le donne della sua età.

E così, anche lei, ha potuto sperimentare di persona che dimagrire mangiando è possibile, quando sai come farlo.

GUARDA LE TESTIMONIANZE (VIDEO) di altre donne che sono dimagrite con il mio programma >

Per dimagrire mangiando serve una guida esperta

Dimagrire mangiando richiede anche un altro ingrediente, non semplice da trovare. 

Una persona che ti stia vicino e ti assista.

Nessun rapporto di dipendenza psicologica né culturale.

Su questo voglio essere chiarissima.

Sono tante le esperienze che ho attraversato nella vita, ho dovuto cavarmela da sola in una infinità di situazioni difficili, e alcune riguardavano proprio la salute.

Ciò che mi ha fatto soffrire di più è stata la mancanza di dialogo con qualcuno che avesse sviluppato un’esperienza non solo tecnica, ma soprattutto umana nella gestione delle difficoltà.

Lavoro su questo aspetto da oltre 30 anni. Insieme allo studio scientifico, mi sono ripromessa di capire cosa  desidera chi vuole migliorare la propria vita, chi vuole fare un salto di qualità importante e decisivo.

Accompagnando negli anni diverse donne e uomini nel loro percorso di ridefinizione del peso e nel cambiamento della composizione corporea, ho imparato tantissimo non solo sugli aspetti tecnici, ma anche sulla comprensione dei meccanismi profondi che stanno alla base dei comportamenti esistenziali.

Per dirlo in modo leggero, oltre ad allenare la pancia e il fisico, bisogna allenare anche la parte profonda di noi stessi, dove si prendono le vere decisioni. 

Non si tratta di psicologia spicciola, ma di esperienza pratica distillata e verificata in un trentennio che oggi trova sempre nuove conferme.

Chi decide si seguire uno dei percorsi per Dimagrire Mangiando, oppure Dimagrire in Salute, avrà in me un “Buon Amico”, sempre a disposizione per rispondere alle domande, i dubbi che inevitabilmente sorgono... ma non solo...

C’è qualcosa di più.

Avrà accesso all’esperienza di chi ha sperimentato sulla pelle tutto quello di cui parla.

Contare su una persona preparata è la metà dell’opera, avere un Buon Amico è tutta l’opera.

Questa è la mia garanzia.

AGISCI ADESSO: Clicca qui e scopri come partecipare al mio programma per dimagrire senza dieta >

Studi scientifici

Leggi anche