vitamina c consulenza naturopatia simona vignaliLa vitamina C, nota anche come acido ascorbico e acido L-ascorbico, è una vitamina che si trova negli alimenti e che viene usata come integratore alimentare. Come integratore viene usato per trattare e prevenire lo scorbuto (malattia dovuta a carenza di vitamina C). La vitamina C (nota anche come acido ascorbico) è abbondante nelle verdure e frutta. Una vitamina solubile in acqua e un potente antiossidante, aiuta la forma del corpo e mantiene i tessuti connettivi, incluse le ossa, i vasi sanguigni e la pelle.

La vitamina C aiuta a riparare e rigenerare i tessuti, proteggere contro le malattie cardiache, aiuta nell'assorbimento del ferro, prevenire lo scorbuto e riduce il colesterolo totale e i livelli di trigliceridi LDL ("cattivi"). La ricerca indica che la vitamina C può aiutare a proteggere contro una varietà di tumori combattendo i radicali liberi e contribuendo a neutralizzare gli effetti dei nitriti (conservanti presenti in alcuni alimenti confezionati che possono aumentare il rischio di certe forme di cancro). La vitamina C può anche diminuire la durata dei sintomi di un raffreddore comune, aiutare a ritardare o prevenire cataratta e sostenere la funzione immunitaria sana.

Generalmente la Vitamina C è ben tollerata, ma grandi dosi possono causare disagi gastrointestinale, mal di testa, difficoltà a dormire e arrossamento della pelle. Le dosi normali sono sicure anche durante la gravidanza.

La vitamina C è un nutrimento essenziale coinvolto nella riparazione dei tessuti. Gli alimenti che contengono la vitamina C includono agrumi, pomodori, peperoni rossi e patate. 

La vitamina C fu scoperta nel 1912, isolata nel 1928 e prodotta per la prima volta nel 1933. E' presente nell'elenco dei medicinali essenziali dell'Organizzazione mondiale della Sanità (OMS), tra i farmaci più efficaci e sicuri necessari in un sistema sanitario. 

Richiedi una consulenza su questo argomento, con un click!

Titolo