Scritto da

Stitichezza rimedi naturali, cause, sintomi

Rimedi naturali stitichezza? Come naturopata li scelgo caso per caso, secondo cause e sintomi della stipsi

Perché si soffre di stitichezza? Scopri i rimedi naturali, le cause e i sintomi della stipsi. La stitichezza è la difficoltà ad evacuare in modo regolare e può essere moderata oppure diventare stitichezza cronica. Conoscere i sintomi e capire le cause della stipsi, aiuta a scegliere i giusti rimedi naturali per la stitichezza.

Consulenza personalizzata? Scrivimi

Che cosa è la stitichezza?

La parola stitichezza può avere significati diversi per diverse persone. Per la maggior parte della gente significa evacuare irregolarmente o poco spesso. Per altri, invece, stitichezza significa produrre feci dure, con difficoltà di passaggio o con un senso di svuotamento incompleto dopo l'evacuazione. La causa di ciascuno di questi sintomi varia in base all'individuo, quindi l'approccio della cura va sempre personalizzato.

Secondo la Naturopatia si può parlare di stitichezza quando non si evacua con soddisfazione tutti i giorni. La medicina allopatica ha parametri diversi, infatti definisce stitica una persona quando evacua meno di tre volte la settimana. Ma in realtà se non si eliminano le scorie metaboliche tutti i giorni, è possibile soffrire di gonfiore addominale, feci dure o di piccole dimensioni, sanguinamento rettale e / o ragadi anali causate dallo sforzo dell'evacuazione, oltre al disagio fisiologico e psicologico. E insomma si soffre dei sintomi correlati alla stitichezza.

Come si manifesta la stitichezza

La stitichezza può anche alternarsi con la diarrea, in questo caso è un sintomo della sindrome del colon irritabile o colite. Oppure, all'estremo opposto, può provocare dei fecalomi, ovvero blocchi di feci indurite nel retto che impediscono il passaggio di altre feci.

La stitichezza di solito è dovuta al rallentato transito delle feci all'interno del colon. Questo rallentamento può essere la conseguenza di cattive abitudini alimentari, diete a basso contenuto di fibre, abuso di lassativi, disturbi ormonali, vita sedentaria, malattie anche di altre parti del corpo che interessano il colon. Ma non solo. Ci sono altri due aspetti collegati alla stitichezza, spesso meno considerati, ovvero l'inerzia del colon e le disfunzioni del pavimento pelvico.

Come trattare la stitichezza

L'obiettivo del trattamento per la stitichezza è portare l'intestino a evacuare quotidianamente e senza sforzo.

La cura deve distinguere tra uno stato di stitichezza acuta, ovvero di recente insorgenza, e uno stato di stitichezza cronica, ovvero una stipsi prolungata nel tempo. Ma vi sono elementi comuni per la risoluzione della stitichezza: l'alimentazione corretta, un apporto di fibre alimentari, depuratori erboristici, esercizio fisico, clisteri e soprattutto educazione ad uno stile di vita sano. I lassativi stimolanti, anche quelli a base di erbe, dovrebbero essere utilizzati come ultima risorsa perché possono danneggiare permanentemente il colon e peggiorare la stitichezza.

Per risolvere la stitichezza con una cura naturale e non chimica, la pratica dell'Idrocolon è sempre efficace. Ripulisce le scorie accumulate a causa della scarsa evacuazione, tonifica le pareti del colon, vivifica la mucosa intestinale, riattiva la motilità e porta a una regolare peristalsi. E' necessario fare un ciclo di trattamenti per ripulire bene le pareti dell'intestino dalle incrostazioni fecali che producono tossine in maniera continuativa.


Richiedi una consulenza su questo argomento, con un click!

Titolo

Richiedi una consulenza su questo argomento, con un click!

Titolo