Scritto da

La ragade anale è una lacerazione del tessuto dell'ano che non si è rimarginata. Durante la defecazione l'ano si dilata per far passare le feci. Normalmente la dilatazione dell'ano è sufficiente per eseguire questa funzione fisiologica senza complicazioni e senza che la pelle si laceri.

Cosa sono le ragadi

La ragade anale è una lacerazione del tessuto dell'ano che non si è rimarginata. Durante la defecazione l'ano si dilata per far passare le feci. Normalmente la dilatazione dell'ano è  sufficiente per eseguire questa funzione fisiologica senza complicazioni e senza che la pelle si laceri.

Se per qualche motivo l'ano si dilata troppo allora succede che la pelle in corrispondenza dell'ano si  strappa e si rompe. L'ano si dilata eccessivamente quando le feci sono grosse e dure. Chi soffre di stitichezza può essere  soggetto a questo tipo di problema.

Lo strappamento della pelle dell'ano è un piccolo taglietto, da cui esce un lieve sanguinamento di  color rosso vivo (sangue fresco) che si osserva sia nel water che sulla carta igienica. Se il colore del sangue dovesse essere rosso scuro, sarebbe meglio informare subito il medico curante, perché potrebbe trattarsi di problemi ben più gravi.

Normalmente la pelle lacerata attorno all'ano si rimargina come nelle altre parti del corpo, in pochi giorni, ne' deve preoccupare il passaggio delle feci in una zona con una lacerazione cutanea fresca: i batteri contenuti nelle feci sono tutti ben conosciuti dall'organismo umano (in ogni caso male non fanno accurate pulizie igieniche localizzate).

Se però per questioni meccaniche o di conformazione dell'ano, le lacerazioni sono ripetute nello stesso posto per lunghi periodi, il punto di rottura della pelle è sempre lo stesso,e potrebbe non rimarginarsi più.

La lacerazione che non si rimargina è denominata ragade, ed è una patologia molto diffusa, anche se spesso le  persone non ne parlano per vergogna.

Cause delle ragadi

Sintomi delle ragadi

Richiedi una consulenza su questo argomento, con un click!

Titolo