Scritto da Simona Vignali Pubblicato il

L’orexina, o ormone del risveglio, conosciuta anche come ipocretina-1, determina il buonumore e la felicità delle nostre giornate, specie al risveglio.

orexina ormone felicità buonumore simona vignali naturopatiaOrexina e felicità

L'Università di Los Angeles ha pubblicato uno studio secondo il quale l’ormone orexina viene prodotto quando si sta bene, quando si ride o si sorride: favorisce le emozioni positive, il buonumore, la felicità.

Al contrario la sua mancanza influenza e predispone all'ansia e alla depressione.

Orexina e stress

La quantità di orexina diminuisce in condizioni di stress, provocando reazioni di irritabilità, stanchezza e debolezza. Ciò accade soprattutto al risveglio di una notte in cui si ha dormito poco. Lo studio, pubblicato sulla rivista Nature Communicatios, ha messo in correlazione l’orexina alla narcolessia e ai disturbi del sonno.

Orexina e disturbi del sonno

L'ormone orexina è quasi del tutto assente in individui che hanno disturbi del sonno. Conseguenze gravi possono manifestarsi in improvvisi attacchi di catalessi causati dalla debolezza muscolare.

Richiedi una consulenza su questo argomento, con un click!

Titolo