Scritto da

Intervista al prof. Giuseppe di Bella

Durante il convegno Nexus Eventi "La medicina a una svolta", il dottor Giuseppe di Bella, figlio del celebre medico italiano, ha discusso dei risultati sperimentali ottenuti con il metodo ci cura del cancro ideato dal padre.

Al convegno "La medicina a una svolta" promosso da Nexus Edizioni, era presente il professor Giuseppe di Bella, figlio del creatore del controverso metodo Di Bella, che tuttora porta avanti la nota cura contro il cancro ideata dal padre, basata sulla somatostatina.

Durante il convegno ho avuto modo di parlargli e scambiare le nostre opinioni sulla cura dei tumori in Italia, sul ruolo della medicina naturale nella cura al cancro, e della battaglia che tanti come lui combattono per vedere riconosciute terapie alternative efficaci e non invasive.

Ci racconta che è stato condotto uno studio su 220.000 pazienti,  in 14 anni di sperimentazione. Spiega che il protocollo della cura contro i tumori è stato pubblicato sulle più prestigiose riviste scientifiche all’estero, come MedLine, dove è riconosciuto come metodo scientificamente convalidato, e inserito nell'archivio di istituti come l'American Cancer Society e la U.S. National Library of Medicine.

Ma come mai in Italia non se ne sa niente? Le informazioni non vengono fatte arrivare all’opinione pubblica. Anzi, ci viene detto che la chemioterapia è l’unica modalità di cura del cancro, ma le statistiche sono molto basse e parlano chiaro: si va dal 2,1% al 2,3 % di sopravvivenza in 5 anni.

Sembra proprio poco e infatti,  secondo la stessa OMS,  se i risultati positivi scendono sotto il 30% si tratta di un metodo fallimentare, per definizione.

Conclusione, meglio informarci in modo più approfondito, no?

Richiedi una consulenza su questo argomento, con un click!

Titolo

Richiedi una consulenza su questo argomento, con un click!

Titolo