Scritto da

Alimentazione cromatica

Sappiamo che per dieta cromatica s'intende l'assunzione dei cibi in base al loro colore anziché alle sostanze contenute. 
In cosa consiste nello specifico la dieta cromatica e quale scopo ha? L'alimentazione cromatica lavora soprattutto sull'aspetto psicologico o su quello fisico?



dieta cromatica cromoterapia alimentareIl colore del cibo nella dieta cromatica

In natura ogni aspetto ha una funzione e non è mai casuale. Anche il colore degli alimenti, dato dalla fitopigmentazione o colorazione naturale a base di pigmenti vegetali, denota la presenza di diverse sostanze che interagiscono con i processi fisiologici del corpo.

La dieta per corpo e mente

Siccome l’umore e le emozioni sono direttamente collegati alla biochimica del corpo, la dieta basata sul colore fornisce sostanze che agiscono sia sul fisico che sull’aspetto emozionale e psicologico. Su quest’ultimo possono influire anche le valenze simboliche dei colori:

  • il bianco indica purezza
  • il giallo energia
  • il rosso stimolazione
  • il verde rilassamento
  • il blu pulizia

Benefici della dieta cromatica e degli alimenti

Frutta e verdura di colore giallo e arancione contengono vitamina A e betacarotene verde contengono vitamina C, clorofilla e carotenoidi, blu e violetto contengono antiossidanti e antocianine, rosso contengono antocianine e licopenebianco contengono quercetina

  • Verde: vitamina C, clorofilla e carotenoidi, acido folico e folati, importanti nella prevenzione dei tumori e patologia coronariche e in gravidanza. Contenuto in zucchine, piselli, broccoli, lattuga, carciofi, coste, spinaci, mela verde, kiwi
  • Giallo-Arancio: flavonoidi e beta-carotene antiossidanti e ricchi di vitamina come limoni, arance, pompelmi, pesche e albicocche, prugne gialle, peperoni, meloni, mais, carote e zucca
  • Bianco: quercetina, un flavonoide antitumorale e potassio, vitamina C e polifenoli. si trova in polpa della mela e della pera, finocchi, porri, cipolle cavolfiore
  • Rosso: licopene e antocianine, prevengono i disturbi cardiovascolari e proteggono dal tumore. Pomodori, barbabietole, peperoncino e peperoni rossi, ravanelli, fragole, ciliegie, anguria e ribes
  • Blu-viola: antocianine, carotenoidi, antiossidanti attivi contro tumori, invecchiamento cellulare. Utili per la vista, la circolazione, i vasi sanguigni, i capillari e contro colesterolo e arteriosclerosi. Melanzane, verza, radicchio, frutti di bosco, fichi, uva nera, ribes e prugne.

La dieta cromatica e le sostanze nutritive

La dieta cromatica non esclude altri alimenti, significa scegliere le verdure e la frutta in base al colore. Attenzione è importante che siano anche di stagione perché la natura sa meglio di noi di quali sostanze abbiamo bisogno per affrontare i cambiamenti climatici e ambientali dei diversi momenti dell’anno.

Dieta cromatica e fitopigmenti

I fitopigmenti sono sostanze vegetali apportano il colore agli ortaggi e contengono elementi utili alla salute perché sono collegate alla presenza di diverse vitamine, minerali ed enzimi specifici per ogni alimento.

dieta cromatica frutta verdura di stagione simona vignali esperta alimentazione milano trevisoDieta cromatica e bilanciamento corretto delle sostanze nutritive

Per essere certi di assumere tutti i colori e variare all’interno della settimana, si può privilegiare uno stesso colore di frutta e verdura al giorno cambiando colore per 5 giorni consecutivi, poi sabato e domenica si fa un menù misto con almeno 3 colori diversi ad ogni pasto.

Dimagrire con la dieta cromatica

Può essere usato come regola generale per variare bene l’alimentazione e introdurre molti più ortaggi. Se la dieta cromatica viene usata per dimagrire vanno bilanciati gli altri componenti dell'alimentazione cromatica che possono essere soprattutto proteine magre preferibilmente vegetali.

Menù settimanale con dieta cromatica 

  1. Lunedì: verdura e frutta gialla/arancione: zucca, carote, mais, con cereali tipo miglio e pollo al curry. Albicocche, melone, arance, mandarini in base alla stagione.
  2. Martedì: verdura e frutta verde: zucchine, piselli, broccoli, spinaci con grano saraceno e tofu agli spinaci. Uva verde, mela verde, kiwi.
  3. Mercoledì: verdura e frutta rossa: pomodori, barbabietole, rape rosse, peperone con riso rosso e bresola; mela rossa, fragole, anguria.
  4. Giovedì: verdura e frutta blu: melanzane, verza, radicchio con pasta integrale e filetto ai ferri; mirtilli, more, frutti di bosco.
  5. Venerdì: verdura e frutta di colore bianco: cavolfiore, finocchio, cipolla con riso basmati e pesce al forno con patate; banana, pera.
  6. Sabato e domenica: menù misti con almeno tre colori diversi di frutta e verdura ad ogni pasto.



Richiedi una consulenza su questo argomento, con un click!

Titolo