Scritto da

26 febbraio

Buon cibo - Il resort ci delizia con buon cibo indiano, ecco la mia colazione tipica: frittatine di farina di riso fermentata con crema di cocco e salsa di verdure, dolce di riso speziato cotto a vapore dentro le foglie di banana. Una delizia!

25 febbraio

Trattamenti - Nel centro ayurvedico del resort, ogni giorno riceviamo un trattamento ayurvedico tradizionale della durata di due ore circa. Un toccasana per il corpo e la mente.

All'inizio del soggiorno, insieme ai medici ayurvedici, redigo un programma di trattamenti adatti alla costituzione e alle esigenze dei partecipanti, in modo che possano sperimentare molte diverse manualità e trattamenti difficili da ricevere in Italia. Tra questi il massaggio a 4 mani da seduti, il trattamento con acque floreali aromatiche calde su tutto il corpo, gli impacchi di polveri, erbe e olio caldo, lo shirodhara con latte di cocco e altre meravigliose tecniche ... che ti portano in paradiso!

24 febbraio

Il palazzo - Anticamente la capitale del Kerala si trovava a Padmanaba che oggi fa invece parte di un altro stato, il Tamil Nadu. Abbiamo attraversato il confine e siamo entrati in una zona dove l'alfabeto, la lingua, le tradizioni sono completamente diverse, anche se a vista d'occhio non e' percepibile perché la geografia e' ancora troppo simile.

Il Palazzo regale dell'antica capitale merita una visita, l'architettura tipica e le soluzioni abitative di quei tempi sono affascinanti e proiettano l'immaginazione in un mondo totalmente diverso da ogni nostra aspettativa.

23 febbraio

La punta a Sud - Esiste un luogo speciale: la punta dell'India che si trova all'estremo sud, dove si incontrano, si sovrappongono e si potenziano le energie di 3 forze: il Mar d'Arabia, l'Oceano Indiano e l'Oceano Pacifico. Gli Indiani giungono qui al tramonto, a Kanyakumari, per attingere alle forze della natura e realizzare i loro sogni, materiali o spirituali che siano.

22 febbraio

Porto di Kovalam - Durante il soggiorno al resort ayurvedico non può mancare una gita a Kovalam, famosa spiaggia vicino al relativo porto. E' un luogo incantevole pieno di luce, sabbia, onde dell'oceano, barche tradizionali e negozietti di artigianato dell'India del sud, del nord e del Tibet.

Insomma per tutti i gusti. Tra tutti portiamo a casa sciarpe e foulards di seta, gioielli in argento e pietre dure, statuine delle nostre divinità indiane preferite come Ganesha, Krishna, Shiva, o statue ieratiche del Buddha. E ancora stampe, vestiti colorati, magliette e poi spezie, tè aromatici, Cd di musica indiana sempre particolare per l'udito e per lo spirito.

21 febbraio

Astrologia vedica - Il nostro giro nella città di Trivandrum, la capitale del Kerala, oltre alla visita dei luoghi più suggestivi, ha una meta particolare: un anziano astrologo esperto di astrologia vedica, che legge le posizioni dei pianeti secondo la visione indiana, e chiarisce alcuni aspetti della personalità e del destino.

L'astrologia vedica suddivide l'intera vita in periodi in base ai transiti dei pianeti, quindi dalla nascita in poi si vivono momenti felici o di difficoltà, periodi costruttivi o nei quali è meglio non esporsi, fasi di incontri positivi o di delusioni costanti.

L'aspetto interessante di questa lettura, anche per i più scettici del gruppo, è stato verificare la precisione dei periodi passati. Quindi perché non del futuro?

20 febbraio

Ayurveda shopping - Il resort offre una fornitissima scelta di prodotti ayurvedici: erbe, integratori, rimedi, cosmetici naturali, spezie, essenze... Tutti i prodotti preparati secondo l'antica e sempre valida tradizione dell'Ayurveda. 

Consiglio ai compagni di viaggio i prodotti adatti alla loro costituzione secondo le esigenze, e fanno scorta di rimedi per ottenere un lungo periodo di benessere una volta tornati in Italia.

20 febbraio

Incontri particolari - Passeggiando lungo i sentieri della collina tropicale dove sono disseminati i bungalow del resort, si incontrano piccole statuette di pietra antica, disseminate qua e là.

Raffigurano divinità e simboli di buon auspicio, con il compito di proteggere gli ospiti e ricordare a chi li osserva quale sia, in India, il significato profondo dell'esistenza.

20 febbraio

Rigenerati - La prima giornata in India è trascorsa tranquilla, il resort ayurvedico ci ha accolto con la consueta ospitalità: un freschissimo succo di cocco bevuto direttamente dal frutto, per ristorare noi viaggiatori e combattere il caldo afoso tipico della stagione. 

I meravigliosi bungalow dove alloggiamo, immersi nel verde della foresta tropicale, sono ideali per ritrovare quel sonno ristoratore che tanti di noi desiderano da tempo. Primo obiettivo: rigenerarsi e recuperare le energie che la nostra vita occidentale consuma, giorno dopo giorno, stress dopo stress. Qui solo benessere.

19 febbraio

Verso il resort - Come di consueto, il viaggio in taxi dall'aeroporto di Trivandrum al resort ayurvedico ti avvicina subito al concetto di fede indiana. La guida degli autisti indiani è, per noi occidentali, completamente affidata alla benevolenza degli dèi, e forse lo è anche per loro.

In ogni caso il viaggio si apre alla visione di scorci della città, trafficata e brulicante di figure in movimento drappeggiate nei loro sari colorati, paesaggi tropicali e villaggi rurali. Iniziamo bene.

19 febbraio

Viaggio in India - L'arrivo in India è sempre un momento speciale, magico, emozionante. Oggi anche un po' spiazzante. 

Da un lato la certezza di essere in un luogo meraviglioso, antico e vibrante, che sempre ti accoglie e ti nutre profondamente. Dall'altro il prorompente stile di vita indiano, che ti investe con un turbinio di movimento, colori, suoni e odori non appena metti piede fuori dall'aeroporto.

Per fortuna, io mi sono sempre sentita tornare a casa..

Richiedi una consulenza su questo argomento, con un click!

Titolo