Scritto da

Il riso cereale orientale

Il riso è il seme di un cereale (Oryza sativa) appartenente alla famiglia delle Graminacee. Originario dell’Asia orientale, dove è conosciuto fin da tempi antichissimi (6000 mila a.C.).

La storia del riso

Il riso fu portato in Occidente dagli arabi, in epoca cristiana, e in Italia durante le crociate. Greci e Romani utilizzavano il riso solo a scopo ornamentale. I maggiori produttori mondiali sono: Cina, Giappone, Tahilandia, Vietnam, India, indonesia e Birmania.

Il riso bianco, semintegrale o integrale

L’Italia è il maggior produttore europeo di riso. Il riso si diffuse in Pianura Padana nell’XVI sec., grazie agli Sforza. La prima risaia risale al1468. Nel mondo esistono più di 140mila varietà di riso, che rappresenta il principale alimento per ¾ della popolazione. Ne esistono tre principali sottospecie: japonica, indica e javanica. In Italia vengono coltivate circa 30 varietà di riso, ibridazioni della sottospecie japonica. Il riso viene classificato in base ai processi lavorativi a cui è sottoposto: raffinato o bianco, semi-integrale o integrale.

Il riso un alimento dietetico ipo-calorico

Dal punto di vista nutrizionale, il riso è costituito principalmente da amido (75-80%). Contiene relativamente poche proteine (6-7%), ma di alto valore nutritivo grazie alla lisina, amminoacido essenziale per il nostro organismo. Il riso fornisce una buona quantità di calorie (350kcal/100g), ma di contro contiene pochi grassi, per cui è indicato nelle diete. Il riso è un’importante fonte di vitamine del gruppo B.

Il riso facile da digerire

A livello minerale contiene: potassio, magnesio, calcio, fosforo, selenio, zinco, rame e ferro. Contiene poco sodio e per cui è indicato in caso di ipertensione. Il riso ha un effetto regolatore sulla flora intestinale. Il riso possiede un’elevata digeribilità, superiore a qualsiasi altro cereale. A livello nutritivo, il riso integrale è migliore di quello raffinato, ma è meno digeribile. Il riso non contiene glutine, per cui è indicato per chi soffre di celiachia e di intolleranze verso altri farinacei.

Tante ricette a base di riso, dolci e salate

Il riso viene utilizzato in cucina soprattutto per preparare risotti, minestroni o insalate estive. Oppure come ingrediente per verdure ripiene, timballi, torte dolci o salate (tipica è quella ligure con le zucchine). Si possono anche preparare dolci al cucchiaio, come il riso al latte. Dal riso precotto si ottiene riso soffiato, da cui si ricavano gallette di riso sostitutive del pane. I chicchi possono essere macinati e ridotti in farina, usata per preparare pappe morbide per svezzare i lattanti, oppure per realizzare delicate vellutate di verdure. La farina si riso si presta anche per la realizzazione di dolci soffici. Dai chicchi si può ottenere anche il latte di riso, valida alternativa al latte vaccino per chi è intollerante al lattosio o segue una dieta vegana. Dalla spremitura a freddo dei chicchi si ottiene l’olio di riso, usato a crudo è un condimento leggero.

Richiedi una consulenza su questo argomento, con un click!

Titolo